Task force Ucraina  

​Istituita nel 2015 dal Comitato europeo delle regioni, questa task force ha l'obiettivo di intensificare le relazioni bilaterali tra l'UE e l'Ucraina, e di fornire sostegno politico e tecnico affinché i partner ucraini realizzino una buona governance a tutti i livelli.

Nel marzo 2018 è stata avviata un'iniziativa di cooperazione inter pares con il sostegno del programma U-LEAD e dell'ente incaricato della sua attuazione, l'Agenzia tedesca per lo sviluppo GIZ.


Come funziona?

La task force Ucraina è stata istituita dall'Ufficio di presidenza del CdR il 12 febbraio 2015, su richiesta della parte ucraina, in seguito all'avvio in quel paese di una complessa riforma a favore del decentramento.

La task force si è riunita quattro volte, alternativamente a Bruxelles e in Ucraina. Nel corso delle riunioni i membri si scambiano esperienze sul processo di decentramento in generale, sulla riforma della pubblica amministrazione, su questioni orizzontali relative al corretto funzionamento degli enti locali e regionali in Ucraina (elaborazione delle politiche, aspetti sociali ed economici, Stato di diritto e buona governance), nonché sulla dimensione regionale e locale dell'attuazione dell'accordo di associazione UE-Ucraina.

Le attività della task force hanno anche contribuito ai lavori del gruppo di sostegno per l'Ucraina della Commissione europea, e sono stati allacciati contatti con la delegazione del Parlamento europeo nella commissione parlamentare di cooperazione UE-Ucraina.

La task force è impegnata a:

  • sostenere il processo di riforma mediante la condivisione di esperienze e di buone pratiche in materia di decentramento, ripartizione delle competenze e devoluzione;
  • stimolare il dibattito a livello locale con le organizzazioni della società civile, le controparti governative e altre parti interessate;
  • rispondere alle esigenze degli enti locali e regionali ucraini attraverso le competenze messe a disposizione dai membri del CdR.

Nel corso degli anni l'attività della task ha preso forme diverse, passando dall'offerta di consulenza politica generale verso progetti più concreti, incentrati sullo sviluppo di capacità per sostenere la riforma della pubblica amministrazione. Attraverso un'operazione di abbinamento organizzata nel 2017 con il sostegno del programma U-LEAD with Europe della Commissione europea, sono stati determinati i primi cinque partenariati locali UE-Ucraina. L'evento inaugurale dell'iniziativa inter pares, che si è svolto a Bruxelles l'8 marzo 2018, ha permesso di riunire per la prima volta tutti i partner selezionati. Con l'assistenza del programma U-LEAD, i partner abbinati hanno concordato piani d'azione per l'anno in corso e stabilito argomenti concreti di cooperazione: sviluppo economico locale, turismo, efficienza energetica, sviluppo rurale e coinvolgimento dei cittadini. Nel corso della prossima riunione della task force, che avrà luogo a Kiev il 25 settembre 2018, le parti interessate discuteranno dei progressi finora raggiunti nel quadro della cooperazione inter pares.

Da chi è composta?

La task force è presieduta dal Presidente del Comitato europeo delle regioni. I suoi membri sono i presidenti dei cinque gruppi politici del CdR.